Per svolgere questo esercizio servono un’agendina e una penna.

FASE 1
Inizio seduto con l’agenda e la penna in mano.

  1. SCRIVO Scrivo 1 esercizio di allenamento fisico che farò il giorno dopo.
  2. FACCIO il giorno successivo svolgo l’esercizio scritto
  3. VERIFICO al termine dell’esercizio tiro una riga sopra l’esercizio scritto, ovvero cancello l’esercizio fisico dopo averlo fatto.

FASE 2

  1. SCRIVO Scrivo 1 esercizio di allenamento fisico che farò il giorno dopo e 1 delle mia azioni che sicuramente porterò a termine, (andare in banca, incontrare tizio, telefonare a caio)
  2. FACCIO il giorno successivo svolgo l’esercizio scritto, svolgo l’azione programmata
  3. VERIFICO entro il termine della giornata tiro una riga sopra l’esercizio scritto, ovvero cancello l’esercizio fisico dopo averlo fatto e cancello l’azione programmata.

Proseguo in modo lineare aggiungendo complessità alle mie azioni, l’elenco delle azioni quotidiani diventa complesso. Misuro, così, la mia capacità di tenere fede agli impegni programmati.

Incapperete sicuramente in una serie di “interferenze”, fatene tesoro, usatele come alleate per capire come trasformarle in opportunità.

Utilizzato l’esercizio fisico che programmate come guida, come traccia per imparare a programmare un’attività ed un’azione che poi saprete portare a termine nel modo più congeniale per le vostre capacità; mentre svolgete gli esercizi fisici immaginate quanto quello che state facendo possa essere d’aiuto alle altre azioni programmate sulla giornate, ad esempio le sensazioni e le emozioni nel portare a termine il lavoro, il resistere durante lo sforzo, i tempi di preparazione etc.

Buon divertimento!

Claudio Massa – founderBrand Ambassador