Ciao,

per introdurre il tema di oggi riportiamo una definizione trovata in rete che, a nostro parare, racchiude una definizione esaustiva del concetto del multitasking:

“Il fenomeno del multitasking fa riferimento all’insieme di atteggiamenti e comportamenti che portano la persona a essere impegnata in due o piu’attività o compiti differenti contemporaneamente. Il multitasking sembra essere ormai una conseguenza inevitabile del contesto sociale e culturale attuale. Il multitasking è un fenomeno complesso, che richiede un alto livello di attenzione per poter svolgere due attività contemporaneamente. Spesso viene attivato in maniera inconsapevole, rapida e veloce. Il termine multitasking (dall’inglese task, compito) origina dall’informatica, secondo cui il multitasking è la capacità di un sistema operativo di eseguire più compiti simultaneamente. L’attività multitasking viene eseguita da processi cognitivi che gestiscono le singole attività e determinano come, quando e con quali priorità vengono eseguite. Il multitasking come fenomeno di massa è stato inoltre favorito dalla velocità con cui si sono diffusi i dispositivi tecnologici sia in ambito lavorativo che privato.”

Come possiamo fare per governare questo inevitabile e spesso inconsapevole fenomeno che si verifica e che si innesca in noi?

Intanto è bene comprendere che ci possono essere alcune persone che desiderano saperlo governare, quindi cercano la motivazione per arrivare a sviluppare la competenza multitasking, altre che, invece, subendolo, lo vivono come un disturbatore che mina la loro tranquillità ma, in qualche modo, lo devono gestire.

Nel primo caso parliamo di un approccio proattivo, nel secondo reattivo; l’approccio proattivo è più facile da istruire per questioni di motivazione interna a trovare soluzioni, quindi, il primo consiglio è quello di ricercare un atteggiamento di tipo proattivo.

Potete allenarvi a gestire il Multitasking istruendo il vostro copro attraverso esercitazioni sportive in cui, magari, riuscite anche a divertirvi.

Ecco una prima progressione didattica da eseguire:

  • Prendete una pallina da tennis lanciatela ed afferratela in tutti i modi che conoscete arrivando a scambiarla da una mano all’altra.
  • Quando avete preso dimestichezza con la pallina standardizzate il gesto, ad esempio lancio e riafferro solo con la mano destra; a quel punto mettetevi in equilibrio su un piede e continuate a lanciare e riprendere la pallina.
  • Siete già in un processo multitasking, ovvero di gestione contemporanea di più elementi esecutivi.
  • Datevi modo di esaminare il processo con cui il vostro organismo processa le azioni da fare, scoprirete delle cose fantastiche.
  • Per tutti gli approfondimenti sul tema potete scrivere a info@atletituotidiani.it e potete partecipare ai corsi specifici su “Allenare la capacità Multitasking”.

Buon divertimento.

Claudio Massa – founderBrand Ambassador