Indicare con i numeri fatti, azioni, concetti, rende ciò che facciamo misurabile e quindi confrontabile, programmabile, scalabile, etc… Questo concetto è un pilastro di ogni tipo di processo volto alla costruzione di miglioramento, sia esso una prestazione individuale sportiva che una scalata al successo personale in qualsiasi area e sfera della propria vita.

Vediamo come l’atleta Quotidiano possa trarne vantaggio utilizzando entrambe le aree, sia quella sportiva che quella della vita quotidiana.

Dedichiamoci al bene misurabile più prezioso che possediamo, il tempo.

Imparare e migliorarsi sulla misurazione del tempo ci aiuta a rendere più qualitativi i momenti della nostra vita.

Il primo esercizio che vi propongo è quello della divisione temporale dei vostri impegni:

  • prendete l’agenda sulla pagina di un giorno futuro, che dovrà ancora arrivare, domani, dopo domani.

  • Dividete questa giornata in momenti, sotto momenti, momenti dei momenti; date un tempo ad ogni spicchio di tempo.

  • Svolgete la giornata misurando con un orologio ogni frazione di tempo individuata.

  • Verificate, al termine della giornata in questione se sono state rispettate tutte le suddivisioni o se i tempi destinati alle diversi attività hanno avuto durate diverse.

Per prendere consapevolezza di questo, fate lo stesso con una seduta di allenamento; una volta scelto il giorno ed il momento in cui andrete ad allenarvi applicate questa procedura:

  • Decidete la durata totale della seduta,  esempio 25’.

  • Dividete questa seduta in 3 fasi, iniziale-centrale-finale, ognuna con la sua sotto durata temporale, 5 minuti, 15 minuti, 5 minuti. (Ogni fase avrà i suoi contenuti).

  • Svolgete le fasi misurando con un orologio le loro durate.

  • Riorganizzate a posteriori il lavoro per la prossima seduta utilizzando i feedback derivati dal confronto tra misurazione e sensazioni.

Buon divertimento!

Claudio Massa – founderBrand Ambassador